Il Gasparrini di Melfi sta arrivando!

logo1

Riceviamo e pubblichiamo:

IIS G. Gasparrini di Melfi ancora una volta protagonista di un evento indimenticabile:

la cucina e la tradizione gastronomica-culinaria lucana sbarcano a Londra.

Anche se spesso sono stati criticati ( seppure in altre circostanze elogiati ), gli Istituti Alberghieri sono e rimarranno le uniche strutture idonee per la formazione del personale dell’industria dell’ accoglienza. Infatti le loro peculiarità didattiche-formative restano: le discipline tecnico-pratiche di settore cucina, sala-bar,  ricevimento  e le lingue straniere.

Quest’anno per la prima volta il nostro Istituto è stato selezionato per la partecipazione al progetto “Ambasciatori del gusto”,  finalizzato alla promozione dell’enogastronomia italiana all’estero, nel rispetto del protocollo d’intesa siglato tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Direzione Generale Affari Internazionali e la Camera di Commercio e Industria Italiana nel Regno Unito, con sede a Londra.

Il nostro dirigente, prof. Michele Masciale, è molto soddisfatto perché questa sarà senz’altro un’esperienza formativa indimenticabile, ma rappresenterà anche, per le aziende che hanno deciso di mettersi in gioco con noi aderendo al progetto, un’occasione unica di visibilità e quindi di investimento futuro nel mercato anglosassone ed europeo.

 

La Camera di Commercio e la Confartigianato di Potenza hanno fin da subito ritenuto opportuno  dare il proprio sostegno economico all’iniziativa,  viste le vantaggiose implicazioni economiche insite nella  possibilità di far conoscere a Londra i nostri marchi aziendali ed i loro prodotti.

Infatti, il Team scelto guidato dalla prof.ssa Lucia Santarsiero con il prof. Nunzio Giordano, si recherà a Londra con l’intento di far conoscere non solo i prodotti tipici della enogastronomia lucana ma anche il territorio dal quale provengono. Gli alunni dell’ IIS “G. GASPARRINI”, Settore servizi: Alessandra Fuschetto, Gianluca Carretta, Gennaro Sibio, Alessandro Cavuoti, Nicola Iannuzzi, Antonio del Prete, Gabriella Bocca, Laura Sardone, Elena Posa, Adriana Montanarella saranno i protagonisti di questa fantastica opportunità formativa.

 

Si tratta di un vero e proprio progetto di marketing territoriale, per presentare al pubblico londinese e non solo, essendo Londra una città cosmopolita, la cultura enogastronomica della nostra Regione, così radicata alla tradizione e ai suoi prodotti tipici come: il Pecorino di Filiano, sponsorizzato dal “Consorzio del Pecorino di Filiano” e dall’ “Agrituristica del Vulture” di Ripacandida; l’Aglianico del Vulture, ampiamente rappresentato dalle: “Cantine del Notaio”, “Cantine Martino”, “Cantine D’Angelo” e la “Cantina Sociale del Vulture”, tutte di Rionero in Vulture, insieme alle “Cantine Paternoster “,di Barile e alla “Cantina Michele La Luce”, di Ginestra; ovviamente non poteva mancare l’olio extra vergine d’oliva lucano offerto dalla “Cooperativa Olearia Venosina”, di Venosa, e i prodotti dell’orto e le conserve dell’azienda “Delizie Contadine”, di Melfi; i frutti di un tempo come le mele cotogne e altre confetture tipiche, oltre al particolare grano Saragolla, sono presenti grazie all’Azienda “ Bioagrisalute”, di Cancellara; anche l’Alta Val d’Agri è rappresentata con la crema dolce di fagioli di Sarconi, il vino Terre dell’Alta Val D’Agri e l’amaro al tartufo sponsorizzati dal “Consorzio Turistico Terre D’Alta Val D’Agri” e dall’ “Hotel Kiris” di Villa d’Agri; la pasta fresca, così tipica nella cucina lucana, in particolare il “trittico lucano” e i “ferricielli”, saranno offerti dall’Azienda “Cirigliano”, di Moliterno; non potevano certo mancare i salumi della tradizione: la salsiccia stagionata, la soppressata, il pezzente  e tante altre bontà egregiamente rappresentate dall’ Azienda “F.lli Genovese”, di Baragiano,  “EmmeDue”,di Picerno, e la” Lucanica De Santi “,di Gorgoglione (Mt); la cicerchia, un altro dei sapori di un tempo, sarà presente sulla tavola londinese, insieme a lenticchie, ceci e fagioli grazie all’Azienda “Il Malandrino”, di Forenza; ed infine, vista la sua preziosità, Sua maestà il tartufo, con le creme tartufate dell’Azienda “Santarsiero Caterina”, di Vaglio, che fornisce anche vari  tipi di deliziosi mieli lucani.Oltre a gustare le nostre eccellenze alimentari, i londinesi potranno godere dei magnifici paesaggi della Basilicata grazie alla proiezione di video e filmati gentilmente forniti dall’Alsia di Potenza e dall’APT di Basilicata.

Partiamo con la convinzione che molti apprezzeranno la cucina lucana e il suo territorio ancora misconosciuto, e forse la nostra esperienza potrà diventare per alcuni londinesi un ottimo spot turistico per visitare la nostra bella Regione.

 

Prof.ssa Lucia Santarsiero

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s